H2biz - International Business HUB
Finanziamenti BEI a fondo perduto per le imprese
Finanziamenti BEI a fondo perduto per le imprese

Fornitore      D&P Financial and Management Consultancy

Settore: Credito e finanza


Condividi   |   Consiglia   |   Inoltra


D&P Financial and Management Consultancy è una società specializzata nella presentazione di domande di richiesta di finanziamento attraverso banche e enti finanziari accreditati presso la BEI e nel supporto allo start up dei progetti imprenditoriali.





Finanziamenti BEI per le imprese



I finanziamenti BEI si distinguono in due tipologie, a seconda della dimensione del progetto da finanziare: i “prestiti globali” e i “prestiti individuali”.



I primi (cui sono assimilati anche i prestiti “Midcap” e “frame work” dedicati ad un obiettivo specifico) sono linee di credito messe a disposizione di banche o intermediari finanziari locali per il finanziamento da parte delle stesse di progetti “ammissibili” di importo inferiore a 25 milioni di euro (limite nel caso dei prestiti Midcap e frame work diventa fino a 50 milioni di euro); i prestiti individuali possono venire invece concessi per la realizzazione di progetti di importo superiore e ritenuti ammissibili dalla BEI, sotto il profilo economico, tecnico e finanziario – creditizio.



La BEI può finanziare esclusivamente progetti che perseguano uno (o più) degli obiettivi statutari della BEI stessa: tra questi, oltre al supporto delle PMI ed al supporto della Ricerca, Sviluppo e Innovazione (a sua volta inserito nel quadro più di supporto all’”Economia della Conoscenza”), vi sono il supporto della Coesione e Convergenza (nelle aree di sviluppo regionale), la Sostenibilità ambientale, la creazione di reti infrastrutturali Trans europee e il perseguimento di una Energia sostenibile competitiva e sicura (obiettivo che include anche il miglioramento dell’efficienza energetica).



Finanziamenti per le PMI



Gli elementi dei Prestiti BEI per le PMI riassunti di seguito sono da considerarsi puramente indicativi, non esaustivi, non impegnativi per la BEI e comunque modificabili senza alcun preavviso in funzione delle politiche della BEI pro-tempore vigenti.



Istituti intermediari



Gli istituti di credito accreditati dalla BEI possono essere visibili sul sito web della BEI. Attualmente si contano circa 42 istituti in Italia.



Beneficiari finali



Piccole e Medie imprese (PMI) autonome aventi un massimo di 250 dipendenti (in accordo alla definizione della Commissione Europea).



Progetti finanziabili



• Tutti gli investimenti materiali (ad esclusione del puro acquisto di terreni ed immobili a titolo speculativo) effettuati da PMI in qualsiasi settore economico, sia tramite mutui a medio lungo termine che tramite leasing, ad eccezione dei settori completamente esclusi dell’attività della BEI (per esempio, armi, gioco d’azzardo, industria del tabacco, sperimentazione su animali vivi, attività nocive per l’ambiente, puro sviluppo immobiliare o puramente finanziarie ed altri settori considerabili eticamente discutibili).



• Investimenti in beni immateriali quali, a titolo esemplificativo, spese di ricerca e sviluppo, acquisizione/creazione di reti distributive sui mercati italiano o UE o di marchi commerciali, spese legate ad operazioni straordinarie, quali acquisizioni/fusioni di imprese (ma solo se motivate dalle necessità legate al ricambio generazionale e alla trasmissione societaria.



L’ambito del finanziamento è però limitato ai casi in cui l’acquirente, sia l’ente venduto siano PMI e per un importo non superiore a 1 milione di Euro. La pura attività di acquisizione societaria non è ammissibile al finanziamento BEI.



• Incremento permanente di capitale circolante (a condizione che il prestito erogato dagli Istituti Intermediari ai Beneficiari Finali a questo titolo abbia una durata di almeno due anni).



I progetti devono rispettare le normative nazionali e UE vigenti in tema di protezione ambientale e le specifiche normative nei settori sottoposti a regolamentazione comunitaria.



Finanziamento integrativo a Fondo Perduto



La possibilità di accedere ad ulteriori finanziamenti integrativi, anche a Fondo Perduto, è collegata sia alla emissione di call da parte della Comunità Europea, sia a specifici Bandi regionali e/o nazionali relativamente ai temi trattati nei progetti stessi.

I tempi di presentazione dipendono quindi dalla data di disponibilità dei suddetti canali, i quali determinano inoltre la percentuale di contributo riconosciuta come fondo perduto.

Informazioni e contatti



D&P Financial and Management Consultancy gestisce, oltre alla fase di richiesta di finanziamento, anche la rendicontazione degli investimenti effettuati nei confronti degli enti finanziatori. 



Il team è costituito da professionisti con oltre 20 anni di esperienza nel settore.



Per informazioni su procedure e per richiedere l'attivazione di una richiesta di finanziamento, non esitate a contattarci.



Streaming

Malin Alberto ha modificato il suo profilo
Arturo Lo Monaco ha modificato il suo profilo
Arturo Lo Monaco è iscritto a H2Biz!
Roberto Polidoro Bruno Paillard, Champagne Rosé Première Cuvée Composta prevalentemente da Pinot Noir, la Rosé Première Cuvée della Maison Bruno Paillard è ottenuta esclusivamente dalla prima spremitura. Ciò è combinato con degli Chardonnay del nord della Côte des Blancs che portano una nota di freschezza. Scarsamente dosato, è un brut autentico che riposa in cantina dai 3 ai 4 mesi dopo la sboccatura. La cuvée Rosé Première attira per il suo colore oro rosato ramato leggermente lampone, che tende a diventare rosa salmone con il tempo. Il perlage è fine grazie al lungo invecchiamento in bottiglia. Il bouquet è vivo e fruttato con delle punte di ribes e frutti rossi leggermente aciduli che offrono in un secondo momento note di amarena, fragolina di bosco e violetta. La bocca è fresca con una golosa vivacità. Seduce per il finale puro e raffinato e regala uno champagne elegante e leggero.
Outsider News E’ Goyard il brand di lusso più esclusivo del mondo. Niente pubblicità o sfilate, 200 anni di riservatezza http://www.outsidernews.it/e-goyard-il-brand-di-lusso-piu-esclusivo-del-mondo-niente-pubblicita-o-sfilate-200-anni-di-riservatezza/
E' Goyard il brand di lusso più esclusivo del mondo. Niente pubblicità o sfilate, 200 anni di riservatezza | Outsider News - Media Company 4.0
Dici lusso esclusivo e il pensiero corre subito a Hermès, la maison francese nata per sellare i cavalli con pelli pregiatissime e lavorate a mano e divenuta nel tempo un must per le signore più eleganti del mondo. Ma quelle stesse signore sanno, non tutte in verità, che il brand di lusso più esclusivo del mondo è Goyard, sconosciuto al pubblico perchè ha fatto della riservatezza la sua stessa ragion d'essere: nessuna pubblicità, nessuna sfilata e nessun evento mondano.

Marketplace

Eventi