H2biz - International Business HUB
Pagani Zonda Revolucion - Il concetto di arte applicato alla velocità
Pagani Zonda Revolucion - Il concetto di arte applicato alla velocità

Fornitore      Horacio Pagani

Settore: Automotive


Condividi   |   Consiglia   |   Inoltra


La Pagani Zonda Revolución è il culmine della celebrazione di performance, tecnologia e arte applicata a una vettura da pista. Horacio Pagani ed il suo team hanno dato vita a una vettura concepita per entusiasmare sia in pista che in una collezione.

La monoscocca centrale è in carbo-titanio (brevetto esclusivo Pagani), il peso ferma la bilancia a 1070 kg.

Il motore Mercedes AMG è un’evoluzione di quello montato sulla Zonda R. Il 12 cilindri a V di 6.0 litri di cilindrata sviluppa ora una potenza di 800 CV e 730 Nm di coppia, garantendo un rapporto peso potenza di 748 CV per tonnellata.

Il cambio sequenziale trasversale in magnesio permette cambiate in 20 ms. Il controllo di trazione sviluppato da Bosch con 12 differenti regolazioni e il rinnovato sistema ABS permettono al pilota di adattare il comportamento della vettura al proprio stile di guida.

Il programma Zonda R ha sempre rappresentato la massima espressione della tecnologia di Pagani. L’aerodinamica presenta novità importanti, con appendici aerodinamiche sui cofani anteriori e lo stabilizzatore verticale montato sul cofano posteriore.

In aggiunta alle appendici fisse, Pagani Zonda Revolución adotta un sistema DRS sull’ala posteriore. Il sistema ha due modi di funzionamento, entrambi attivabili in qualsiasi momento dal pilota. Il sistema manuale è attivato dal pulsante DRS presente sul volante. L’ala passa dalla posizione di massimo a minimo carico aerodinamico, al presentarsi di una accelerazione laterale di +/- 0,8 g ed una velocità minima di 100 km/h. Tenendo premuto il pulsante DRS per più di due secondi il sistema DRS lavora in automatico rispettando le condizioni messe a punto dagli ingeneri di Pagani Automobili durante lo sviluppo. Il risultato è una vettura sempre veloce, sempre più prestazionale in qualsiasi curva di qualsiasi circuito del mondo.

L’impianto frenante monta dischi Brembo CCMR di ultima generazione, seguendo processi produttivi derivati dalla tecnologia Formula 1. Con un risparmio di peso del 15% rispetto ai dischi CCM vantano di una maggiore rigidezza e di temperature di esercizio più basse durante l’uso estremo in pista. Questo contribuisce a una vita del disco che è incrementata di quattro volte. Il pilota avverte una sensazione al pedale costante, priva di fading con un sensibile incremento globale della potenza di frenata.

Pagani Zonda Revolucion rappresenta l’esperienza definitiva chi vuole vivere le massime prestazioni possibili in pista, su una vettura sicura e intuitiva Pagani Zonda Revolución, come tutte le creature dell’atelier di San Cesario sul Panaro, è un vestito su misura. Un oggetto dove arte e scienza si fondono per creare una sintesi perfetta tra tecnologia, prestazioni ed estetica Pagani.

Horacio Pagani, Owner e Chief designer di Pagani Automobili:

“I limiti sono fatti per essere superati. Sapevamo che Pagani Zonda R era già un’auto velocissima, la più veloce di sempre sul circuito del Nürburgring. Sapevamo che sarebbe stato molto difficile riuscire a progettare e realizzare una vettura ancora più estrema. Ma grazie alla creatività ed al lavoro di tutto il centro stile di Pagani Automobili, gli ingegneri, e tutta la Famiglia Pagani, siamo riusciti a creare sia un oggetto bellissimo che una supercar ancora più veloce. Un’automobile che sono sicuro elettrizzerà tutta la nostra clientela e tutti i fan di Pagani Automobili sparsi nel mondo”.



Maurizio Goetz
Marketing e comunicazione

Streaming

Outsider News Quelle fughe spettacolari (e disperate) dalla DDR a 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino http://www.outsidernews.it/quelle-fughe-spettacolari-e-disperate-dalla-ddr-a-30-anni-dalla-caduta-del-muro-di-berlino/
Quelle fughe spettacolari (e disperate) dalla DDR a 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino | Outsider News - Media Company 4.0
Hanno provato a fuggire in tutti i modi: a nuoto, a bordo di aerei improvvisati, saltando il filo spinato, in auto, dirottando un treno, in un tank rubato, in mongolfiera, sottoterra. Alcuni ce l'hanno fatta, altri no. La storia degli uomini e delle donne che tentarono di fuggire dalla ex DDR supera qualsiasi immaginazione.
EVO IMPRESE ha modificato il suo profilo

Marketplace

Eventi