H2biz - International Business HUB

Luxottica

Luxottica SpA
Azienda
Preziosi e Accessori
Milano (MI) - Italia

Profili simili (16)

8853

Annaraton...

Bulgari


Claudia A...

Compro Or...

Davide


Fioridelp...

IPAR GIOI...

iSole


Laurensons

Marinelli...

MIA


Millewels

Mood Valm...

Narciso G...


PM Labora...

Visualizza tutti

  • Nome Azienda: Luxottica SpA
  • Nome e Cognome: Luxottica
  • CAP: 20122
  • Città: Milano
  • Provincia: MI
  • Nazione: Italia
  • Lingua preferita: IT
  • Sito web: http://www.luxottica.com
  • Settore: Preziosi e Accessori

Descrizione

Luxottica Group is a market leader in the design, manufacture and distribution of fashion, luxury, sports and performance eyewear.

Luxottica's mission is multifold: to improve the well-being and satisfaction of its customers while simultaneously creating value for its 77,734 employees and the communities in which the Group operates.
The Group is a vertically integrated organization, whose manufacturing of sun and prescription eyewear is backed by a wide-reaching wholesale network and a retail network.

Product design, development and manufacturing take place in Luxottica's 12 facilities around the world. The company has a strong and well-balanced brand portfolio that include a number of proprietary and licensed brands. Proprietary brands include Ray-Ban, one of the world's best known brands for eyewear, and Oakley.

 


Luxottica e la Stampa 3D: libertà totale di forme per gli occhiali del futuro

Preziosi e Accessori

La stampa 3D è una tecnologia innovativa che unisce assoluta libertà nel design a precisione e velocità di realizzazione.

Luxottica ha introdotto questa tecnica dal 1998 per quanto riguarda la plastica e dal 2015 per il metallo e l’ha progressivamente implementata per diversi usi e materiali.

Di recente è stata rafforzata la collaborazione tra Oakley e HP, società tecnologica specializzata in hardware, software, soluzioni per la stampa e per la prototipazione. L’obiettivo è soddisfare le esigenze dei migliori atleti del mondo con un numero sempre maggiore di prodotti di altissima qualità.

Oakley grazie alla stampante 3D Jet Fusion 3D di HP, riesce a creare prototipi in plastica con parti funzionali sfruttando la tecnologia per il suo portafoglio di accessori sportivi, attrezzature e prodotti lifestyle.

Sempre all’avanguardia, il marchio aveva iniziato a integrare la stampa 3D nel suo processo di progettazione già nel 1992 partendo dalla silhouette degli occhiali da sole. Dal 2015, anche il metallo viene usato per i prototipi di questo tipo.

Il vero cuore della prototipia in Luxottica è lo stabilimento di Agordo dove si realizzano, spesso in corsa contro il tempo, modelli da mostrare in sfilate, collezioni ed esposizioni in boutique. Le pareti del reparto prototipia e quelle della ricerca e sviluppo custodiscono il know-how di questa tecnologia innovativa che fornisce una notevole libertà di forma, ormai fondamentale nel settore.

Dando invece uno sguardo al metallo, fino al 2015, la trasformazione di alcuni componenti da file 3D a modello veniva esternalizzata, ma da allora, grazie a una partnership con l’azienda svedese Digital Metal, il processo è realizzato internamente e il prototipo è stampato direttamente in metallo ottenendo così componenti analoghi a quelli dei modelli finali, quelli che vengono venduti e indossati.

Oltre ad abbattere i tempi di realizzazione, la stampa 3D dona molta più libertà sia nella creazione che nella produzione. Non necessitando di stampi, questo tipo di stampa permette di creare forme complesse di qualsiasi tipo: lavorare sul metallo consente di consegnare un prototipo che per resistenza e risultato si avvicina molto al modello finale. Liberarsi da attrezzatura specifica inoltre, è un vantaggio per la realizzazione delle piccole tirature.

Per quanto riguarda la stampa 3D plastica, Agordo è lo stabilimento dove c’è più varietà di tecnologie impiegate (stereolitografia, sinterizzazione laser, a getto di resina). Altre stampanti sono però presenti anche negli stabilimenti di Tristar, Oakley e Tecnol.

Per la stampa 3D metallo, Luxottica ha invece investito su un’unica tecnologia situata solamente nello stabilimento di Agordo. Per realizzare un prototipo con un macchinario Digital Metal occorre pensare ad una normale stampante a inchiostro: il foglio è dato da un letto di polvere d’acciaio, su cui passa una testina come quella delle stampanti che rilascia un inchiostro polimerico a getto sul materiale. Un intero volume di stampa può richiedere fino a 20 ore. Il volume stampato viene poi inserito in una fornace nel quale il polimero solidifica, rendendo così possibile separare i pezzi dalla polvere. La polvere in eccesso della lavorazione viene riutilizzata per i modelli successivi.

I componenti vengono poi posizionati in una fornace con temperatura di oltre 1.300 gradi e il risultato finale è il prodotto finito che, nel frattempo, si è ritirato di circa il 20% del volume iniziale a causa della totale evaporazione del polimero. Per usarla al meglio, il personale di Agordo è stato formato direttamente in loco dalla casa produttrice svedese del macchinario e ad oggi vi è una stretta partnership in termini di materiali e ottimizzazione della tecnologia.

Mentre con la plastica esistono ancora purtroppo dei limiti di finitura superficiale, con il metallo i componenti si presentano – dopo un processo di ottimizzazione – con una superficie lucida e liscia: difficilmente ci si accorge della differenza fra questo prodotto e quello generato da altre tecnologie di produzione di massa.

Luxottica e la rivoluzione digitale a portata di ottico

Moda e Lusso

Luxottica Group, leader nel design, produzione, distribuzione e vendita di occhiali di fascia alta, di lusso e sportivi, ha presentatp al MIDO di Milano, la fiera dedicata all’industria dell’eyewear e dell’ottica, una serie di innovazioni e strumenti pensati per portare le opportunità del digitale nei negozi di ottica di tutto il mondo.

Negli ultimi quattro anni Luxottica ha investito nella trasformazione digitale e ha cambiato il suo modo di operare. Ha messo in rete le fabbriche con il mercato e sviluppato al suo interno competenze digitali uniche nel settore. Questo profondo cambiamento tecnologico permette oggi al Gruppo di proporre opportunità e servizi digitali a vantaggio dell’intero settore dell’ottica, aprendo la strada a un processo di innovazione a beneficio di tutti: clienti e consumatori.

L’ottico digitale, con Luxottica

La prima novità presentata in anteprima assoluta al MIDO porterà direttamente nei negozi dei clienti ottici nuove modalità di interazione digitali con l’intero catalogo di prodotti Luxottica.

Il nuovo strumento si presenta come un vero e proprio smart shopper, ovvero una postazione virtuale all’interno del negozio dove i consumatori possono esplorare, con l’aiuto dell’ottico, collezioni e marchi del Gruppo in modo inituitivo, attraverso categorie facilmente navigabili. Lo strumento, pienamente integrato con l’infrastruttura digitale di Luxottica, è pensato su misura di ogni singolo cliente, poiché personalizzabile nella veste grafica e nel logo e in grado di adattarsi in maniera “intelligente” alle collezioni vendute nel punto vendita.

I consumatori potranno indossare virtualmente in modo del tutto realistico qualsiasi modello del catalogo, in ogni variante di colore, anche se non presente in negozio, grazie all’impiego della realtà aumentata e di tecnologie proprietarie evolute di virtual mirroring.

Sempre tramite lo schermo interattivo, infine, per la prima volta in un negozio di ottica si potranno personalizzare liberamente i propri modelli di Ray-Ban e Oakley, scegliendo fra colore, tipo di montatura, lenti, finitura delle aste, terminali e custodie, o richiedendo particolari incisioni e dediche per rendere unico il modello di occhiale che si vuole acquistare.